ROI - Registro degli Osteopati d'Italia

Il Registro degli Osteopati d'Italia (ROI) è l'Associazione più rappresentativa del settore a livello nazionale.
Nasce nel 1989 a Chieti sulla scia della crescente diffusione dell'Osteopatia in Italia, con l'obiettivo di stimolare la diffusione, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio storico e culturale dell'Osteopatia nel nostro Paese, perseguendo la qualità più elevata della ricerca, dell'aggiornamento e della formazione culturale e professionale dei suoi Associati a garanzia della qualità della prestazione offerta alla popolazione.
Per garantire la qualità e la sicurezza dei cittadini che si rivolgono all'Osteopatia per il mantenimento del proprio stato di salute, sin dalla sua fondazione, il ROI ha lavorato per stimolare il dibattito legislativo finalizzato al riconoscimento giuridico dell'osteopata quale nuova professione sanitaria ed alla regolamentazione dell'Osteopatia. Oggi, grazie all'intenso lavoro svolto nel corso degli anni, l'Associazione è diventata un interlocutore di primo piano nel confronto con le istituzioni nazionali ed internazionali.
A questi primari obiettivi, il ROI affianca quello tradizionale di tutela degli interessi professionali, morali e giuridici dei suoi iscritti, posizionandosi quale interlocutore primario nel dibattito politico-istituzionale al fine di definire una regolamentazione della professione.
È un'Associazione privata senza fini di lucro operante ai sensi dell'art. 36 e successivi del Codice Civile che svolge attività di autoregolamentazione, autodisciplina, rappresentanza, coordinamento, indirizzo e governance del sistema educativo, deontologico, culturale e professionale al quale si adeguano volontariamente i suoi iscritti, Osteopati Diplomati presso le Scuole che aderiscono ai criteri formativi del ROI.