Tecarterapie

La Tecar è la nuova frontiera della fisioterapia applicata al mondo dello sport professionistico. Rappresenta una svolta rivoluzionaria nella patologia traumatica non chirurgica, nella patologia osteoarticolare e dei tessuti molli. L'AEMO è un centro Human Tecar riconosciuto.

Prenota una visita con un osteopata professionista esperto contattando la segreteria della Clinica tutti i giorni, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, chiamando lo 081 890 88 51, o compilando il form nella sezione contatti.

Cos'è la Tecarterapia e quali sono i suoi benefici

La Tecar si basa sulla possibilità di trasferire energia biocompatibile ai tessuti lesi, inducendo all'interno le cosiddette correnti di spostamento. È capace di ripristinare la fisiologia tissutale mediante l'ipertermia (incremento della temperatura interna) profonda e l'innalzamento del potenziale energetico delle cellule dei tessuti molli.

La Tecar garantisce tempi ridotti di trattamento e risultati immediati e stabili, perché è basata sulla stimolazione e il rafforzamento delle capacità riparative dei tessuti sottoposti a trattamento. Essa svolge tre azioni fondamentali:

  • una immediata ed efficace azione analgesica che avviene agendo sulle terminazione nervose
  • una azione drenante dei tessuti
  • una stimolazione funzionale del circolo periferico attraverso l'incremento della temperatura endogena

In sinergia con la terapia farmacologica praticata a scopo antalgico e antinfiammatorio, ne potenzia l'azione, soprattutto per l'eliminazione del dolore e dell'edema.

Come funziona la Tecarterapia?

Un elettrodo passivo, "piastra", viene messo a contatto con il corpo del paziente, poi un secondo elettrodo "attivo", viene guidato dall'operatore, che lo fa scivolare sulla zona da trattare, dove è stata applicata una crema veicolante che ne facilita lo scivolamento. In base alla patologia, l'operatore deciderà se utilizzare il circuito Resistivo o quello Capacitivo, oppure entrambi. Il metodo sul quale si basa la Tecarterapia è coperto da un brevetto internazionale (EP 08933140) riconosciuto in tutto il mondo. Questo è un punto molto importante se si considera che molti definiscono Tecar trattamenti simili, ma non conformi all'originale.

La durata del trattamento dipende dalla patologia, mediamente si aggira intorno ai 30 minuti, ma può raggiungere anche un ora se si agisce su un evento acuto. Generalmente, il paziente non sente niente durante la seduta, ma in certi casi è necessario alzare il livello di potenza per creare un effetto termico. Se l'operatore, lo ritiene opportuno, si possono eseguire alcuni esercizi durante il trattamento con la Tecar, oppure si può massaggiare l'area interessata impugnando l'elettrodo con il palmo della mano.

Tecarterapia: indicazioni e controindicazioni

La Tecarterapia è ritenuta di fondamentale utilità nei programmi riabilitativi post-chirurgici, soprattutto nel caso di interventi di artroprotesi coxo-femorale. Fra le patologie o le condizioni nelle quali si sono ottenuti buoni risultati ricordiamo le seguenti:
arto fantasma doloroso; artropatie da patologie autoimmuni ecc.; capsulite adesiva (la cosiddetta spalla congelata); cervicalgia e cervicobrachialgia; cisti di Baker; condropatia rotulea; coxartrosi e coxalgie; deficit articolari; epicondilite; fascite plantare; gonartrosi; lesioni traumatiche di tipo acuto; lombosciatalgia; metatarsalgia; postumi di fratture; pubalgia; rizoartrosi; sindrome del tunnel carpale; sindrome della cuffia dei rotatori; sperone calcaneare; tendinite dell'achilleo; tendinite rotulea.

Controindicazioni della Tecarterapia:
Gravidanza; Arteriopatie scompensate; Neoplasie maligne; Pace-maker; Parestesia nella zona trattata (ad. es. l'ernia del disco o il diabete possono causare una perdita di sensibilità sul piede).